Home » Cos’è un piano di ammortamento e come vengono calcolati gli interessi

Cos’è un piano di ammortamento e come vengono calcolati gli interessi

da Paola
Calcolo interessi di un prestito

Quando chiedi un prestito in banca o a una società finanziaria la prima cosa che ti interessa sapere (e che ti viene detta) sono in quanti mesi e con quale importo rata dovrai restituirlo. Gli interessi sono la differenza tra l’importo che ti viene prestato e quello che andrai a restituire.

Facendo un calcolo al volo puoi vedere che l’importo della tua rata moltiplicato per il numero di mesi del prestito è decisamente più alto rispetto alla cifra originaria. Per capire quanto gli interessi incidono sulle singole rate – e scegliere il prestito più conveniente – devi sempre guardare il piano di ammortamento, ovvero il documento nel quale sono elencate le singole rate con il dettaglio della quota capitale e della quota interessi.

Cosa è indicato sul piano di ammortamento

Le rate dei finanziamenti che vedi sul piano di ammortamento sono composte tutte da una parte di capitale e da una parte di interessi. Il capitale è l’importo netto che hai richiesto suddiviso per le varie rate, mentre gli interessi che sono la ‘retribuzione’ della banca o della società finanziaria e variano in base al tasso applicato.

Nel piano di ammortamento sono indicati anche la data e la periodicità delle rate, ovvero se sono mensili, trimestrali o semestrali. La parte di capitale e di interessi che compongono le singole rate sono sono sempre uguali, ma cambiano nel tempo ed è bene considerarlo se prevedi un’estinzione anticipata. Inoltre considera che generalmente nel piano di ammortamento non compaiono le spese di incasso, quindi la rata finale potrebbe essere più alta rispetto a questo documento.

I due tipi di piano di ammortamento: alla francese e all’italiana

Per calcolare il piano di restituzione di un prestito le banche e le società finanziarie in genere applicano il metodo del piano di ammortamento alla francese in cui la rata ha sempre lo stesso importo. In realtà esistono due metodi diversi che possono venirti proposti.

A seconda del tipo di piano di ammortamento scelto, alla francese o all’italiana, le rate possono avere un importo sempre uguale, e diminuire la parte di interesse da restituire, o avere un importo che diminuisce nel tempo, mantenendo uguale solo la quota del capitale da restituire e variando la parte degli interessi.

Piano di ammortamento alla francese a rate costanti

Il sistema bancario italiano utilizza praticamente sempre il piano di ammortamento a rate costanti, chiamato alla francese. Con questo sistema:

  • la rata è sempre dello stesso importo
  • la parte di interessi compresa nella rata è più alta all’inizio del finanziamento e più bassa alla fine
  • la parte di capitale compresa nella rata è più bassa all’inizio del finanziamento e più alta alla fine

Esempio di piano di ammortamento alla francese 👇

Numero rataCapitale residuoQuota capitaleQuota interessiImporto rata
05.000
14.50053515550
24.00052030550
33.50050545550
43.00049060550
52.50047575550
62.00046090550
71.500450100550
81.000430120550
9500415135550
100400150550
piano di ammortamento alla francese (capitale variabile e rata costante)

In pratica con il piano di ammortamento alla francese l’importo della rata resta uguale per tutta la durata del finanziamento e cambia solo la composizione interna della rata. Con questo metodo infatti all’inizio del prestito restituisci quasi tutti gli interessi e alla fine quasi tutto il capitale.

Grazie al piano di ammortamento alla francese le banche e le società finanziarie incassano subito la maggior parte degli interessi, che sono il loro guadagno, prima di incassare tutto il capitale dato in prestito. Questo fatto è importante da sapere perché se deciderai di estinguere un finanziamento in anticipo potresti non risparmiare affatto, specialmente se il tuo prestito ha una penale sull’estinzione anticipata.

Piano di ammortamento all’italiana con quote capitale costanti

Un altro tipo di piano di ammortamento conosciuto è quello all’italiana. Anche se il nome può trarre in inganno questo metodo non viene praticamente utilizzato in Italia. La differenza con il piano di ammortamento alla francese è che anziché avere le rate di importo costante, il piano di ammortamento all’italiana mantiene costante la parte di capitale con rate variabili.

In questo caso infatti la rata ha un importo più alto all’inizio del finanziamento e più basso alla fine perché la parte di capitale compresa nelle rate è sempre dello stesso importo, mentre varia la parte di interessi presenti nelle rate, più alti all’inizio e più bassi alla fine.

Esempio di piano di ammortamento all’italiana 👇

Numero rataCapitale residuoQuota capitaleQuota interessiImporto rata
05.000
14.500500150650
24.000500135635
33.500500120620
43.000500100600
52.50050090590
62.00050075575
71.50050060560
81.00050045545
950050030530
10050015515
piano di ammortamento all’italiana (capitale costante e rata variabile)

Se hai prestiti in corso, ti invito a guardare i tuoi contratti: dovrebbero avere tutti un piano di ammortamento alla francese perché, nonostante il nome, è il tipo di piano di ammortamento più diffuso in Italia! Scrivimi nei commenti se conoscevi già quali informazioni erano presenti nel piano di ammortamento.

Queste informazioni sono di carattere generale, ti invito sempre a leggere integralmente i documenti contrattuali prima di firmare qualsiasi richiesta di prestito o finanziamento.

.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Più info