Home » Pro e contro del trading online

Pro e contro del trading online

da Paola
Trading online da telefono e computer

Ho scritto questo articolo per rispondere ai dubbi di chi si approccia per la prima volta al trading online. I motivi per fare trading online infatti possono essere diversi. Per esempio, io ho scelto di gestire da sola i miei investimenti per averne il pieno controllo, ma non è necessariamente così per tutti. Ti consiglio di leggere fino in fondo, per capire se il trading online può davvero fare per te.

Cos’è il trading online

Il trading online consiste nell’acquisto e nella vendita di azioni, valute, fondi comuni di investimento, ETF, opzioni, futures o materie prime tramite le piattaforme di trading abilitate. Il trading online è diventato popolare tra la metà e la fine degli anni ’90 grazie alla diffusione di internet. Puoi infatti informarti sulle opzioni di investimento, effettuare ordini di acquisto e vendita direttamente da casa. Tutto senza dover parlare con un broker o un consulente finanziario.

Prima della diffusione delle piattaforme di trading online, avresti dovuto per forza chiamare la tua società di intermediazione per qualsiasi attività. Oggi invece puoi fare tutto da solo, attraverso una piattaforma abilitata. Puoi visualizzare le quotazioni di borsa in tempo reale, l’andamento dei titoli in portafoglio e leggere notizie sulle aziende.

I vantaggi del trading online

I vantaggi di fare trading online sono molteplici, se hai abbastanza conoscenza dei mercati finanziari. Io ho scelto di investire da sola perché ero sempre abbastanza delusa delle performance del risparmio gestito, a fronte di costi molto alti. Per ottenere buoni risultati con il trading devi però informarti regolarmente sulle aziende e sui mercati nei quali desideri investire. Per me è un vantaggio anche questo!

1) Hai accesso a strumenti di formazione online

A fronte di costi nettamente minori, le piattaforme di trading online come eToro ti offrono una grande opportunità di formazione sugli investimenti. Grazie alla selezione di notizie, ai blog specializzati e alle risorse suddivise per tipo di investimenti puoi restare sempre informato su tutto. Rispetto alle banche tradizionali ho trovato molto più chiare le informazioni presenti sui siti di trading online. Sono infatti scritte in modo semplice proprio perché create apposta per renderti indipendente nella scelta dei titoli da negoziare.

2) Puoi monitorare i tuoi investimenti in tempo reale

Con il trading online puoi effettuare le tue operazioni di acquisto o vendita titoli immediatamente. Gli ordini non vengono ritardati per il passaggio di informazioni tra te e il tuo broker. Le transazioni sulle piattaforme di trading online sono quasi istantanee. Puoi vedere l’andamento dei titoli in tempo reale durante il giorno, anche attraverso app mobili.

3) Hai un maggiore controllo sui tuoi investimenti

Grazie al trading online puoi scegliere in autonomia titoli e importi da investire. In pratica puoi avere un controllo completo sul tuo portafoglio, senza dover dipendere da un broker. Se il valore delle tue azioni sta diminuendo troppo puoi scegliere di venderle immediatamente, sostituendole con altre in salita. Oppure, acquistarne di nuove mentre il prezzo è basso se prevedi un rialzo successivo.

4) Non hai bisogno di intermediari

Fino a qualche anno fa eri obbligato a contattare il tuo broker o consulente finanziario per effettuare degli investimenti. Ora invece ti bastano pochi clic per creare o modificare il tuo portafoglio di investimento, senza dover parlare con nessuno. Inoltre, facendo da solo non rischi di vederti consigliare uno specifico fondo di investimento per le eventuali commissioni percepite dal consulente a cui ti sei rivolto.

5) Il trading online è più economico

La gestione dei tuoi investimenti da parte di un consulente finanziario o una banca tradizionale ha generalmente un costo abbastanza alto che viene ammortizzato solo con l’investimento di cifre importanti. Investendo da solo su una piattaforma di trading online eviti questi costi di gestione. Inoltre molte piattaforme di trading non richiedono grosse cifre per iniziare a investire. Per esempio su eToro puoi partire solo con poche centinaia di euro, come ho fatto io. Questa caratteristica è molto interessante soprattutto se fino a oggi non hai potuto investire perché non avevi abbastanza denaro a disposizione per compensare gli alti costi del servizio.

Gli svantaggi del trading online

Per molte persone lo svantaggio principale del trading online è lo stesso per cui risulta così interessante per altre: non c’è una banca o un broker a darti indicazioni su come investire. Conoscere e analizzare i mercati, determinare quando e quali titoli acquistare o vendere infatti ha un alto margine di rischio.

1) Nessun rapporto personale con il broker

Fare ricerca e imparare il più possibile sulle società in cui investi è fondamentale per il successo dei tuoi investimenti. Tuttavia con il trading online non ricevi informazioni da parte di un consulente finanziario in carne e ossa, né puoi confrontarti con lui per ottenere un feedback sulla tua strategia di investimento. Anche se hai a disposizione molte risorse di formazione gratuite, questo tipo di autonomia può spaventare alcuni investitori inesperti.

2) Rischi di investire troppo e troppo velocemente

Siccome per investire con il trading online basta premere un pulsante, corri il rischio di investire eccessivamente o fare scelte di investimento sbagliate senza riflettere sulle conseguenze. La rivista Addictive Behaviors tempo fa aveva pubblicato uno studio sul trading eccessivo paragonandolo al gioco d’azzardo. Alcuni investitori infatti seguono strategie di trading a breve termine investendo in azioni rischiose per scommettere sui possibili guadagni, con il rischio di perdite significative.

3) Il trading online dipende da internet

Il trading online per la sua stessa natura si basa su internet per cui dipendi dalla tua connessione. Considera che se la tua connessione a Internet è troppo lenta o instabile, potresti non poter acquistare o vendere titoli, perdendo opportunità potenzialmente redditizie. Inoltre per fare trading online è sempre consigliato accedere a internet da una rete privata e sicura e da un computer con un antivirus aggiornato per evitare intrusioni di hacker.

Come iniziare a fare trading online

Dopo aver letto i pro e contro del trading online, sei pronto a iniziare. La tua piattaforma di trading dovrebbe proporti un questionario per capire la tua competenza sugli strumenti finanziari. In base alla tua esperienza il tuo conto di trading potrebbe avere alcune limitazioni per impedirti di fare azioni troppo rischiose.

Se hai poca o nessuna conoscenza dei diversi tipi di titoli e strategie di trading, infatti sarebbe meglio limitare le operazioni in autonomia all’acquistare e vendere azioni, fondi comuni di investimento, obbligazioni ed ETF. Gli strumenti più complicati come opzioni, futures e valute sono invece considerati adatti solo agli investitori esperti perché hanno un rischio maggiore.

Tuttavia considera che non tutte le piattaforme di trading ti mettono effettivamente dei limiti all’operatività dopo averti sottoposto il questionario su rischio e conoscenza degli strumenti finanziari. Il mio consiglio per iniziare è di fissare una cifra bassa o utilizzare il denaro virtuale messo a disposizione dalle piattaforme di trading online per fare pratica prima di investire cifre più consistenti.

Raccontami la tua esperienza nei commenti, e in quali pro e contro del trading online ti riconosci.

Le informazioni contenute in questo articolo non sono consigli di investimento. Il trading online comporta un alto livello di rischio e potresti perdere tutto o in parte il capitale investito.

.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Più info