Home » Perché investire per la pensione è così importante per le donne (e come farlo)

Perché investire per la pensione è così importante per le donne (e come farlo)

da Paola
Donna al lavoro

Pensare alla pensione oggi, per chi ha meno di cinquant’anni, fa molta paura. I nostri genitori hanno potuto contare su una pensione sicura, mentre nel migliore dei casi noi avremo un importo così esiguo da non poterci vivere. Senza una pensione pubblica in grado di offrirci un reddito stabile per quando saremo anziani, pensare alla nostra pensione oggi è interamente nostra responsabilità.

Perché dovresti iniziare a pensare alla tua pensione da subito

Siamo tutti abituati a pensare alla pensione in termini di età, 65 anni o più. In realtà la pensione è semplicemente una somma di denaro risparmiata e dovremmo vederla così. Se penso al mio futuro, a un certo punto vorrei poter smettere di lavorare per vivere, e continuare solo se lo desidero. Per la mia vecchiaia in particolare, sogno di ritirarmi in qualche posto esotico, come i pensionati del film Marigold Hotel.

Tutto questo potrebbe essere davvero realizzabile con un buon piano di risparmio. Purtroppo risparmiare per la pensione è davvero difficile. Specialmente quando sei giovane non vedi risultati immediati ed è difficile rimanere motivati su un obiettivo così a lungo termine. Risparmiare per un’auto nuova, la tua prima casa o l’università dei figli sembra avere molto più senso.

La pensione però è la spesa più grande che dovrai affrontare nella vita: immagina vivere 20 o 30 anni senza stipendio. Quale importo dovrai risparmiare per vivere dignitosamente? Se sei dipendente, parte della tua pensione arriverà dai versamenti all’Inps in busta paga e ai fondi pensionistici versati dal tuo datore di lavoro. Oppure, se sei un lavoratore autonomo, la tua pensione arriverà dalle tasse che hai versato e dagli eventuali fondi pensione a cui hai aderito. In ogni caso devi essere consapevole che tutto questo potrebbe non essere sufficiente a mantenere il tuo tenore di vita.

Perché le donne dovrebbero investire subito per la pensione

Risparmiare per la pensione è importante e impegnativo per tutti, ma se sei una donna dovrai risparmiare ancora di più rispetto a un uomo. La disparità di genere infatti emerge anche pensando al nostro futuro negli anni della vecchiaia.

Le donne guadagnano meno degli uomini

Qualsiasi donna lavoratrice conosce benissimo la differenza di stipendio rispetto ai colleghi maschi e le discriminazioni su assunzioni e promozioni. Nella mia esperienza come dipendente ho visto molto raramente una donna, peggio ancora se madre, fare carriera. Non è giusto, ma in attesa di un sostegno reale alle mamme lavoratrici e della parificazione di stipendi e opportunità, dobbiamo pianificare il nostro futuro all’interno di questo sistema. Per le donne investire per guadagnare è quindi una necessità, per la pensione come per qualsiasi altra grossa spesa.

Le donne hanno bisogno dei propri soldi

Questo dovrebbe essere ovvio, ma siccome ci sono ancora moltissime donne che si appoggiano ai mariti per le scelte finanziarie vare la pena ribadirlo. Le statistiche ci mostrano anno dopo anno che le donne hanno molte più probabilità di vivere in povertà rispetto agli uomini in pensione. La situazione è ancora peggiore per le donne single.

Anche se ora sei in coppia, considera che ognuno di noi nel corso della vita potrebbe cambiare il suo stato civile. Potresti tornare single, divorziare o diventare vedova. La vita non finisce sempre come ci aspettiamo per cui non ha senso pianificare uno scenario futuro in cui nessuno si ammala o divorzia. Inoltre in Italia sono quasi sempre le donne che rinunciano al lavoro dopo la maternità o in caso di problemi famigliari. Per questo è necessario mantenere una propria indipendenza finanziaria.

Le donne vivono più a lungo degli uomini.

Da tutte le statistiche emerge che l’aspettativa delle donne è maggiore rispetto a quella degli uomini nel mondo occidentale. In genere la media di differenza oscilla intorno a cinque anni. Cinque anni di vecchiaia che potrebbero non essere in piena salute, magari con spese mediche extra o necessità di un aiuto domestico.

Pur sapendo che le statistiche propongono una media di tutta la popolazione, le donne devono comunque pianificare di vivere più a lungo degli uomini. Riguardo alla pensione, significa che hanno bisogno di risparmiare più soldi rispetto agli uomini. Inoltre, visto che la durata di vita continua ad alzarsi, dovremmo pianificare tutti di vivere almeno fino a 90 anni. O addirittura a 100 anni per stare sul sicuro. La cosa peggiore che potrebbe succedere infatti è risparmiare pensando di vivere fino a 80 anni per poi ritrovarti gli anni successivi vivo, in salute e senza soldi.

Come investire per la tua pensione

Il primo passo per investire per la tua pensione è capire come funzionano i fondi dedicati, comprendendo che sono strumenti finanziari. Spesso i lavoratori dipendenti non hanno scelta perché il fondo è scelto dal datore di lavoro. Possono comunque affiancare il fondo pensione principale ad altri investimenti. Un fondo pensione, come un fondo comune di investimento, contiene investimenti di diverso tipo: azioni, fondi comuni di investimento e così via.

Puoi pensare a un fondo pensione come a una scatola: l’importante non è il contenitore, ma quello che si trova al suo interno. Se sei un lavoratore autonomo o vuoi scegliere un fondo pensione da affiancare a quello scelto dal tuo datore di lavoro, verifica sempre quali tipi di investimenti contiene il prodotto finanziario che vuoi sottoscrivere.

Esistono diversi tipi di fondi pensione, con percentuali di azioni e obbligazioni adeguati agli obiettivi e alla tolleranza al rischio di chi li sottoscrive. Alcuni fondi comuni di investimento per esempio mirano a restituire la media del mercato. Siccome il funzionamento tra fondi pensione e fondi comuni di investimento è simile, potresti trovare più facile investire in azioni e obbligazioni utilizzando fondi comuni di investimento.

Indipendentemente dalla strategia che scegli, ti consiglio di ridurre al minimo le commissioni. Qualsiasi commissione che paghi a un consulente o amministratore del piano, sono commissioni che proverranno direttamente dai tuoi potenziali ritorni di investimento. Ti consiglio quindi di confrontare sempre le informazioni sui costi prima di sottoscrivere qualsiasi prodotto finanziario.

.

Articoli correlati

Lascia un commento

Questo sito web utilizza cookie per migliorare la tua esperienza. Accetto Più info